Il compito decisivo del cristiano consiste nel cercare in tutto la volontà di Dio, riconoscerla e seguirla.  L’uono di Stato e cristiano Carlo d’Austria si pose quotidianamente questa sfida.  Ai suoi occhi la guerra appariva come «qualcosa di orribile».  Nei tumulti della Prima Guerra Mondiale cercò di promuovere l’iniziativa di pace del mio predecessore Benedetto XV.

Fin dall’inizio, l’Imperatore Carlo concepì la sua carica come servizio santo ai suoi popoli.  La sua principale preoccupazione era di seguire la vocazione del cristiano alla santità anche nella sua azione politica.  Per questo, il suo pensiero andava all’assistenza sociale.  Sia un esempio per noi tutti, soprattutto per quelli che oggi hanno in Europa la responsabilità politica!

 

Il Papa Giovanni Paolo II
L’omelia
Santa Messa in onore della
beatificazione
La Concelebrazione Eucaristica
Piazza San Pietro
3 Ottobre 2004